Museo di Fisica (PtOF)

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Inserito in Recupero del Museo di FISICA

TITOLO PROGETTO
1200 MUSEO DEL LDV 1201 - Museo di Fisica
Priorità
Priorit 2
Responsabile
OLIVOTTO Maria
Descrizione
Progetto ambizioso che vuole combinare la valorizzazione di una collezione museale importante con le potenzialit di un laboratorio attrezzato. Il lavoro si svilupper in 6 settori (o fasi): 1. Restauro e messa in funzione di alcuni strumenti della collezione museale 2. Realizzazione di alcuni esperimenti di fisica particolarmente significativi ed elaborati 3. Prosecuzione dell'archivio digitale del museo 4. Ideazione e messa a punto di esperienze di laboratorio effettuabili nel biennio, corredate da schede guida per i docenti e per gli studenti. 5. Realizzazione di una banca dati digitale di tutte le esperienze realizzabili in laboratorio 6. Diffusione di quanto realizzato
Analisi dei Bisogni
Nel precedente anno scolastico, il progetto del Museo di Fisica ha avuto come obiettivo principale quello di riordinare e dare una collocazione sistematica agli strumenti della collezione. Grazie al lavoro svolto, la collezione si trova attualmente ben visibile nelle vetrine al primo piano dell'istituto, sono stati effettuati importanti interventi di restauro di alcuni degli strumenti pi significativi, si iniziato a implementare un archivio digitale della collezione. Se si pu considerare pressoch definitiva l'attuale collocazione, ci sono per ancora molti strumenti importanti che necessitano di interventi di restauro e l'archivio digitale deve ancora essere completato. Inoltre cos com' il museo risulta poco fruibile per la didattica, dato che solo pochi docenti conoscono le potenzialit degli strumenti presenti. Un'altro dato significativo che ha portato all'ideazione di questo progetto lo scarso utilizzo del laboratorio di fisica nella didattica, nonostante il suo ruolo fondamentale per un corretto approccio alla materia, soprattutto nel biennio. L'utilizzo dei laboratori subordinato alle scelte didattiche dei singoli docenti, ma pu essere stimolato e facilitato dalla realizzazione di un catalogo di esperimenti selezionati in base ai programmi curriculari delle diverse classi e che utilizzino sia le risorse del laboratorio che quelle del museo. Infine, un dato di fatto che il percorso scolastico liceale lascia poco spazio nella didattica curricolare alle attivit pratiche/laboratoriali e ci sono studenti che mostrano interesse a sviluppare anche autonomamente questo aspetto e che hanno chiesto anche esplicitamente di poter contribuire al restauro degli strumenti esposti.
Destinatari
Studenti di tutte le classi
Periodo attività
Da Ottobre a Giugno dal al
Struttura del progetto
Il progetto si suddivide in 6 fasi, che possono svilupparsi anche in parallelo: Fase 1: Restauro e messa in funzione di strumenti di fisica appartenenti alla collezione del museo, con produzione di video dimostrativi e/o schede esplicative. In particolare, si vuole intervenire sui seguenti strumenti: - Macchina di Wimshurst grande - Macchina di Wimshurt piccola - Rocchetto di Rumkorff Fase 2: Realizzazione di esperimenti di fisica attraverso l'utilizzo di apparecchi appartenenti alla collezioni del museo e/o apparecchi realizzati ex novo, con produzione di video dimostrativi e/o schede esplicative. In particolare, si vuole realizzare alcuni dei seguenti esperimenti: - Produzione di onde stazionarie - Emissione e ricezione di segnali telegrafici - Misurazioni della velocit della luce - Misura del rapporto carica/massa per un fascio di elettroni Fase 3: Prosecuzione dell'archivio digitale del museo. Fase 4: Ideazione e messa a punto di esperienze di laboratorio effettuabili nel biennio, corredate da schede guida per i docenti e per gli studenti. Fase 5: Realizzazione di una banca dati digitale di tutte le esperienze realizzabili in laboratorio, sfruttando quanto realizzato nelle fasi 2 e 4. Fase 6: Diffusione. Attivit di informazione/formazione dei docenti di fisica dell'istituto sulle potenzialit del museo e del laboratorio di fisica, a seguito di quanto realizzato nelle fasi 1-5. Le attivit inerenti alle fasi 1 e 2 si svolgeranno prevalentemente in orario pomeridiano, compatibilmente con gli orari di apertura della scuola, e saranno dirette da personale esperto (docenti della scuola e personale esterno). Tutte le fasi del progetto prevedono la possibilit di coinvolgere studenti interessati. In particolare le fasi 1 e 2 prevedono il coinvolgimento di max 10 studenti, con appuntamenti pomeridiani cadenzati (circa 10 incontri a cadenza settimanale da 2h l'uno) in cui saranno affiancati dal personale esperto nelle varie attivit.
Finalità
Promuovere l'uso del laboratorio di fisica e valorizzare la collezione del museo di fisica attraverso un utilizzo sinergico di entrambi
UA-129005089-1