NACQUE AL MONDO UN SOLE (PtOF)

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Inserito in NACQUE AL MONDO UN SOLE

TITOLO PROGETTO
0700 POTENZIAMENTO DELLE COMPETENZE DI CITTADINANZA 0706 - Nacque al mondo un sole
Priorità
Priorit 1
Responsabile
BARDAZZI Francesca
Descrizione
Il progetto nasce dall'esigenza di approfondire la figura di Francesco d'Assisi -figura di riferimento per molti, credenti e non- uomo di incontro e di dialogo, capace di costruire ponti e abbattere muri. In particolare vogliamo sottolineare, in occasione degli 800 anni dalla ricorrenza, l'incontro col sultano al-Malik al-Kamil, evento rivoluzionario di comunicazione fra culture e religioni diverse che diventa occasione per riflettere sull'educazione alla pace e al dialogo interreligioso. Inoltre, sottolineeremo un altro incontro chiave nella vita di Francesco, quello col lebbroso, che rappresenta la sua definitiva conversione: abbracciare l'uomo nella sua completezza e totalit, bellezza e fragilit. Tutto questo ci condurr a confrontarci con le fragilit dell'uomo moderno, che lo portano talvolta a percorrere strade disumanizzanti. Incontreremo alcuni uomini e donne che decidono di mettersi accanto all'uomo fragile e povero, proponendo percorsi di recupero da dipendenze di vario genere (alcol, droghe, gioco d'azzardo).
Analisi dei Bisogni
Vivere dentro la storia, oggi, ci conduce direttamente all'esigenza di riscoprire la bellezza dell'incontro interpersonale e fraterno, di esplorarne le strade sperimentandone la possibilit sia a livello personale sia a livello di culture e popoli. La mancanza di comunicazione autentica fra gli uomini origine di tanta violenza e insieme causa di tanta solitudine e isolamento, soprattutto fra i pi giovani della societ, che possono trovarsi all'interno di strade pericolose per la loro vita. Le dipendenze, di ogni tipo, sono un tentativo inadeguato di colmare un vuoto e di trovare risposta al bisogno di essere amato e di amare. Gli adolescenti hanno bisogno di saper leggere dentro questa realt e saperne cogliere i meccanismi in modo da poter scegliere risposte diverse e adeguate.
Destinatari
Studenti di alcune specifiche classi o sezioni (specificare nella Sezione Altro quali sono le classi coinvolte), Studenti che si avvalgono dell'Irc delle classi terze
Periodo attività
Novembre 2019-Aprile 2020 dal al
Struttura del progetto
1fase Lavoro in classe sulla vita di Francesco d'Assisi e sul contesto in cui vive. L'incontro col Sultano e col lebbroso. I principi del dialogo interreligioso, interpersonale e interculturale. 2fase Pomeriggio a Monte alle Croci (Fi) con incontro-testimonianza di un frate francescano che si occupa di missionariet e in particolare di dialogo con l'Islam. Laboratorio di approfondimento sui temi affrontati. 3 fase Due incontri con gli operatori della Comunit Papa Giovanni XXIII sul tema delle dipendenze.
Finalità
Cogliere l'importanza di sperimentare incontri fraterni autentici

LE ORIGINI DEL CRISTIANESIMO (POF 2013 2014)

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Inserito in LE ORIGINI DEL CRISTIANESIMO

TITOLO PROGETTO
LE ORIGINI DEL CRISTIANESIMO
Linee Guida 2013 2014
• Religioni
Tipologia
Progetto avente natura annuale
DOCENTE RESPONSABILE
NOCENTINI LUISA
ANALISI DEI BISOGNI
Il progetto nasce dall’esigenza di far cogliere la storicità del Vangelo e i tratti delle prime comunità cristiane, visitando direttamente alcuni luoghi significativi. Il cristianesimo ha assunto fisionomia e dimensioni di una religione mondiale, perché nel corso di due millenni di storia la comprensione e l’annuncio del Vangelo hanno rivestito forme e stili diversi, risentendo non solo delle condizioni culturali sempre varianti dei popoli e delle culture cui si avvicinava, ma anche dell’evoluzione storica della struttura istituzionale della Chiesa stessa. Una fase impegnativa per il cristianesimo nascente fu il passaggio dalla cultura ebraica a quella greco-romana. L’intento del progetto è proprio quello di collocare il cristianesimo delle origini nella storia, cioè in quell’ambito politico e culturale che fu il bacino mediterraneo in particolare la città di Roma, che ha ospitato l’esperienza missionaria e il martirio dei due apostoli San Pietro e San Paolo.
DESTINATARI
avvalentesi IRC delle seconde
FINALITÀ
Collocare il cristianesimo delle origini nella storia
OBIETTIVI
Cogliere la continuità tra la Chiesa e il suo fondatore
Individuare le caratteristiche della Chiesa primitiva
Esaminare il rapporto tra Vangelo e cultura nel contesto della Chiesa nascente e applicarlo al mondo attuale sia in relazione al singolo che alla società.
Individuare la dimensione universale del messaggio cristiano
Conoscere dei testi biblici neotestamentari inerenti le prime comunità cristiane
Conoscere documenti extra-biblici della letteratura cristiana dei primi secoli relativi ai modi di vivere concreti dei cristiani
Conoscere personaggi del nostro tempo che incarnano il messaggio della Chiesa delle origini
DURATA
Gennaio-Aprile
Fase 1
2 ore
2 ore
La Chiesa primitiva attraverso la testimonianza degli Atti degli apostoli
Risultati attesi:
Conoscenza delle basi su cui si fondano la fede e la comunità cristiana.Saper cogliere la continuità tra la Chiesa e il suo fondatore.
Individuare le caratteristiche della Chiesa primitiva
Fase 2
2 ore
La figura di San Pietro nella testimonianza del Vangelo
La figura di San Paolo nelle sue lettere
Risultati attesi:
Conoscenza dei primi apostoli cristiani
Fase 3
2 ore
Lettera a Diogneto e Didachè; e documenti del mondo pagano (Cornelio Tacito, Plinio il Giovane, Marco Aurelio Antonino...)
Risultati attesi:
Conoscere da questi documenti extra-biblici della letteratura cristiana dei primi secoli relativi ai modi di vivere concreti dei cristiani
Fase 4
2 ore
Personaggi significativi che incarnano oggi il messaggio della Chiesa primitiva
Risultati attesi:
Comprensione della relazione concreta fra Cristianesimo e vita
Fase 5
1-2 ore
Il Cristianesimo non distrugge ma trasforma.
La basilica romana trasformata in luogo di culto: simboli religiosi del paganesimo che
reinterpretati diventano motivi dell’arte paleocristiana
Risultati attesi:
Capacità di comprendere come i cristiani non intendono costruire una società alternativa ma rinnovata.
Fase 6
Uscita didattica di un'intera giornata a Roma, per visitare i luoghi relativi alla presenza di Pietro e Paolo
Risultati attesi:
Individuare la dimensione universale del messaggio cristiano
METODOLOGIA
Lezioni frontali; dialogo con gli studenti; strumenti multimediali; uscita didattica.
MONITORAGGIO VALUTAZIONE
Per rilevare i risultati e osservare il percorso conoscitivo e formativo degli studenti proponiamo una scheda strutturata al termine del percorso proposto.
Valuteremo inoltre la partecipazione e il coinvolgimento effettivo degli studenti, insieme alla loro capacità di mettersi in discussione e lasciarsi provocare dagli stimoli offerti.
DOCUMENTAZIONE
Raccoglieremo materiale relativo alla organizzazione e alla valutazione finale prevista dal progetto.
RESPONSABILE WEB
NOCENTINI LUISA

Raccolta generi prima necessità

Scritto da francesca bardazzi. Inserito in RELIGIONI, PACE E MONDIALITÀ

La Raccolta di generi di prima necessità fatta in Novembre ha visto la collaborazione di molte persone del nostro Liceo, fra studenti, docenti e personale ATA. Ringraziamo tutti per aver partecipato e aver reso possibile questa iniziativa di solidarietà. 

Sono stati raccolti:

in generi alimentari: 50 Kg di Pasta, 10 Kg di riso, 40 scatolette di tonno, 55 confezioni di legumi, 10 confezioni di biscotti, 5 kg di polpa di pomodoro, 10 Kg di zucchero, 10 confezioni di carne in scatola, 55 g di sgombro, 2 kg di farina, 2 kg di sale, 1 kg di caffè, 65 vasetti di omogeneizzati, crema di riso biscotti plasmon, Latte, Olive, Cioccolato, Marmellata, Miele, Condiriso, Olio.

in cancelleria:

60 quaderni, 5 pacchi di pennarelli, 34 risme carta, 1 agenda, 4 confezioni post-it, 2 confezioni graffette, penne, matite.

in prodotti igienici: 10 saponette, bagnoschiuma e shampoo, Dentifricio e spazzolini.

Sono stati raccolti anche alcuni medicinali e vestiario

Grazie ancora a tutti per la collaborazione!

In partenza per il SERMIG...

Scritto da francesca bardazzi. Inserito in RELIGIONI, PACE E MONDIALITÀ

Finalmente, dopo tanta attesa, siamo in partenza per il SERMIG di Torino, dove faremo un'esperienza di incontro e conoscenza di questa realtà missionaria, fatta da giovani, famiglie, volontari che donando tempo ed energie aiutano e sostengono migliaia di persone in difficoltà. Un vecchio Arsenale dove si fabbricavano armi, diventato luogo di Pace e solidarietà, incontro e accoglienza.

Saremo al Sermig insieme a 50 ragazzi delle classi quarte, e porteremo con noi i tanti professori, ragazzi, custodi, che hanno contribuito con generosità alla raccolta di generi di prima necessità realizzata in questi giorni all'interno del nostro Liceo. Un grazie a tutti per la partecipazione!

 

 

 

 

 

UA-129005089-1