Selezione, diffusione e coordinamento dei progetti

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Inserito in AREA GESTIONE POF

In ogni Piano dell'Offerta formativa che metta al centro i discenti, è prioritario porre l'accento su questi tre momenti della vita scolastica degli alunni: recupero, consolidamento e valorizzazione delle eccellenze.

Si vuole sottolineare pertanto come queste fasi non siano necessariamente anche fasce di rendimento, perché il lavoro della scuola è teso proprio a permettere agli studenti di superare nel tempo le loro difficoltà in alcune materie e di poter contemporaneamente rafforzare le loro competenze in altre fino a trovare lo spazio e le occasioni per valorizzare le loro migliori doti e attitudini nelle discipline preferite.

Ogni anno viene stilato il Rapporto di Autovalutazione (RAV), in base al quale si pongono gli obiettivi da realizzare nel Piano di Miglioramento (PdM).

Viaggiando si impara

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Inserito in Viaggiando si impara

TITOLO PROGETTO
VIAGGIANDO S’IMPARA  
Attuazione PtOF 2018 2019
Priorità 1 e 2  
 
Tipologia
Progetto avente natura annuale  
DOCENTE RESPONSABILE
NOCENTINI Luisa  
ANALISI DEI BISOGNI
L’associazione Macramè lavora soprattutto nell’area Fiorentina Nord Ovest, reputando fondamentale per la riuscita dei propri progetti, la conoscenza e la relazione con il territorio con il quale stabilire e sviluppare sinergie, reti e collaborazioni. Ha svolto questo progetto presso il Liceo Scientifico E. Agnoletti di Campi Bisenzio e ha avuto ottimi risultati. Crediamo che un obiettivo del viaggio è proprio quello di far conoscere storie di un territorio del nostro paese ricco di impegno civile, di buone pratiche di beni comuni, di lotta alla criminalità organizzata e anche di tradizioni, storia e cultura. Il territorio viene vissuto in chiave solidale, in compagnia di persone impegnate nell’economia sociale che sperimentano l’interculturalità, la legalità e la cooperazione riscoprendo le radici culturali, rilanciando le bellezze naturali ed architettoniche puntando alla valorizzazione del territorio, stabilendo uno stretto contatto tra l’orgoglio di abitarlo, la salvaguardia dell’ambiente e del patrimonio storico culturale ed il bisogno di farlo ri-conoscere. Un’esperienza formativa itinerante, che parte dall’aula scolastica e si sposta in altre mete. L’esperienza del viaggio resta comunque sicuramente forte, ma è ancorata ai momenti formativi che la precedono e che l’accompagnano. I  
DESTINATARI
2 classi da individuare del triennio (fra terze e quarte)  
FINALITÀ
Sviluppare nei giovani studenti coinvolti senso civico e senso critico, agendo una forte azione di sensibilizzazione verso temi quali i diritti umani, l’inclusione e la legalità.  
OBIETTIVI
- Informare e sensibilizzare sui temi dei diritti umani, dell’accoglienza e dell’inclusione; - Informare e sensibilizzare sui temi delle mafie e dell’illegalità; - Promuovere buone prassi di legalità; - Promuovere azioni di cittadinanza attiva; - Educare al senso civico; - Fornire strumenti operativi e di supporto alla didattica scolastica -Trasmettere attraverso le vive esperienze fatte dagli studenti l’importanza di un turismo responsabile e una rete culturale che sostenga lo sviluppo del territorio.  
COLLABORAZIONI
MACRAME’ COOPERATIVA SOCIALE ONLUS Soggetto proponente del progetto. Macramè è una cooperativa sociale opera dal 1999 nell’ambito dell’educazione e della prevenzione al disagio minorile, si occupa principalmente di adolescenti e giovani in situazione di marginalità attraverso servizi e progetti di sostegno all’autonomia, all’inclusione e allo sviluppo umano. Le principali aree di intervento in cui opera Macramè: - Attività socio educative in accordo con i servizi sociali rivolte a minori in situazione di disagio - Attività di ascolto, orientamento e consulenza psicologica per minori giovani, genitori e insegnanti - Attività di sostegno scolastico - Attività di tutoraggio e percorsi d’autonomia per minori e giovani - Attività educativa in ambiente scolastico - Attività educative, didattiche ed espressive per adolescenti e giovani - Attività di sostegno, ausili e consulenze per studenti, genitori e insegnanti inerenti a disabilità e disturbi specifici dell’apprendimento - Attività ricreative e culturali sul territorio.  
DURATA
novembre-maggio  
Fase 1
2 incontri laboratoriali in classe  
Fase 2
1 incontro informativo pomeridiano con partecipanti, insegnanti e genitori  
Fase 3
1 Viaggio esperienza di circa 5 giorni  
Fase 4
1 incontro di restituzione  
Fase 5
 
Fase 6
 
Fase 7
 
Fase 8
 
Fase 9
 
METODOLOGIA
Il progetto prevede la formazione attraverso l’utilizzo di metodologie partecipative ed esperienziali (laboratori, brain storming, contatto con testimoni ed esperienze, lavori di gruppo, giochi di ruolo) e si articolerà in incontri formativi e viaggio.  
DOCENTI INTERNI
Luisa Nocentini, collaborazione e raccordo con l’Associazione Macramè; presenza agli incontri previsti. Francesca Bardazzi, presenza agli incontri previsti. Altri docenti accompagnatori delle classi scelte.  
DOCENTI ESTERNI; PERSONALE ESTERNO
- Attività di coordinamento e programmazione - 1 incontro laboratoriale in classe (1 incontro a classe o 2 incontri a classi unite) - 1 incontro informativo con partecipanti, insegnanti e genitori - 1 Viaggio esperienza ( comprensivo di tutto ciò che è  
MONITORAGGIO VALUTAZIONE
Gli alunni saranno chiamati (a gruppi di lavoro) a relazionare per iscritto, in modo personale, le varie esperienze proposte  
DOCUMENTAZIONE
NOCENTINI Luisa  

Attuazione del PTOF 2016 2019 per l’a.s. 2018 2019

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Inserito in Attuazione PTOF

Il Ptof è stato elaborato dal Collegio dei Docenti ed è stato approvato dal Consiglio di Istituto in data 5 dicembre 2017. Per realizzare efficacemente gli obiettivi del Ptof, che si basano su quelli formulati nel RAV e nel PdM, la Dirigente del Liceo aveva ipotizzato e richiesto un organico dell’autonomia adeguato allo scopo. 

PtOF 2016 2019 - Attuazione e Progetti 2017 2018  del 5 dicembre 2017

Il PtOF 2016 2019 - Attuazione e Progetti 2018 2019 sarà pubblicato appena disponibile

Progetto SCUOLA - FERROVIA

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Inserito in Progetto SCUOLA - FERROVIA

TITOLO PROGETTO
SCUOLA - FERROVIA  
Attuazione PtOF 2018 2019
Priorità 1 e 2  
 
Tipologia
Progetto avente natura annuale  
DOCENTE RESPONSABILE
TESSITORE Giovanni  
ANALISI DEI BISOGNI
Con tale progetto si intende divulgare nella scuola la conoscenza della ferrovia italiana, attraverso un rapporto costante e permanente con il mondo dei giovani.  
DESTINATARI
Alunni di alcune specifiche classi o sezioni (specificare nella Sezione Altro quali sono le classi coinvolte), Personale docente, Utenza esterna, da definire  
FINALITÀ
Il treno garantisce oggi più che mai il trasporto di grandi quantità di persone o di merci in condizioni di maggior sicurezza e maggior rispetto dell’ambiente, oltre che a costi minori per la collettività, nonché con velocità competitive. In un’epoca in cui il Paese punta sulla crescita e sul futuro dei giovani, non è possibile rinunciare ai vantaggi offerti dalla ferrovia.  
OBIETTIVI
Con tale progetto, si vuole fare in modo che il treno, dopo essere stato a lungo considerato mezzo di trasporto di secondo piano rispetto all’automobile e all’aereo, è ancora una volta chiamato a svolgere nell’interesse della collettività un ruolo fondamentale.  
COLLABORAZIONI
DLF, Fondazione FS, Altri enti da definire e attivi in ambito ferroviario.  
DURATA
Un anno scolastico  
Fase 1
Incontro/riunione, da parte di Fondazione FS, DLF o altri enti attivi in ambito ferroviario, con il corpo insegnante per la discussione e la costruzione del progetto; definizione del calendario (giorni ed ore) in cui si svolgeranno le lezioni; si consigliano da due a quattro ore di lezione per ciascuna classe.  
Fase 2
Proiezione delle presentazioni.  
Fase 3
Illustrazione del programma didattico con il supporto di strumenti multimediali (presentazioni in Power Point, video, ecc.): storia delle ferrovie; notizie storico-tecniche sul funzionamento delle Ferrovie; lettura dell’orario ferroviario.  
Fase 4
Tra una lezione e l’altra, in base alla disponibilità riscontrata nell’incontro con gli insegnanti e la dirigenza aziendale delle FS, si potranno prevedere visite guidate agli impianti ferroviari quali le stazioni, le officine, i depositi locomotive ecc.  
Fase 5
Alla fine delle lezioni e prima del convegno finale si prevede la realizzazione di un gemellaggio con un liceo dell’Irpinia. Si presume che il viaggio venga effettuato in treno, con l’eventuale partecipazione alle spese da parte della scuola e delle famig  
Fase 6
Il convegno conclusivo, dovrà prevedere la presenza di tutto il gruppo organizzativo del progetto, dei Capi d’Istituto, degli insegnanti delle classi che vi hanno partecipato e di tutti i ragazzi che sono stati i veri protagonisti della realizzazione del  
Fase 7
 
Fase 8
 
Fase 9
 
METODOLOGIA
 
DOCENTI INTERNI
Tessitore Giovanni Battista - Altri docenti da definire  
DOCENTI ESTERNI; PERSONALE ESTERNO
Personale FS, Personale Fondazione FS, Personale DLF, altro personale di enti attivi in ambito ferroviario.  
MONITORAGGIO VALUTAZIONE
 
DOCUMENTAZIONE
TESSITORE Giovanni  

Altri articoli...

UA-129005089-1