FSE - PON - Potenziamento dell'educazione all'imprenditorialità

Scritto da Stefano Degl'Innocenti. Inserito in PON

2775 del 08/03/2017 - FSE - Potenziamento dell'educazione all'imprenditorialità

TITOLO: Dal banco alla bottega innovativa: il gioco di squadra dell' autonomia, creatività, intraprendenza

Percorso di educazione all’imprenditorialità che si realizza mediante il modello formativo delle mincompany, in cui gli studenti danno vita a una struttura organizzativa che riproduce a tutti gli effetti l’organizzazione, i processi e le finalità di una vera e propria impresa, con l’obiettivo di sviluppare le proprie soft skills (team working, leadership, probem solving, ecc.), in linea con le recenti indicazioni europee in materia di occupazione (“Strategia Europea per l’Occupazione”).

Il progetto “Dal banco alla bottega innovativa: il gioco di squadra dell' autonomia, creatività, intraprendenza” è un percorso di didattica esperienziale che intende sviluppare l’imprenditorialità intesa come capacità di collegare le conoscenze ed esperienze acquisite durante il periodo di studi con opportunità di autoimpiego. Rivolto a gruppi di studenti del Liceo scientifico opzione Scienze Applicate e Ordinario, il progetto vuole approfondire il tema delle start up giovanili, con attenzione a due direzioni progettuali: quella volta all’utilizzo di strumenti e tecnologie digitali come progettazione di software, uso di Autocad edella  stampante 3D; quella di ambito comunicativo-teatrale, giornalistico e di servizi sociali

Il progetto si articola in una serie organica di moduli autosufficienti e compatibili così da fornire un modello replicabile in toto o nelle singole parti.

Il percorso si articola in due fasi:

  1. Acquisizione di competenze per lo sviluppo di un progetto imprenditoriale attraverso il modello delle minicompany;
  2. Conoscenza delle modalità per concretizzare il progetto imprenditoriale elaborato, con particolare riferimento alle possibilità offerte da forme di impresa sociale.

Il progetto è ispirato dalle indicazioni operative contenute nell’Agenda di Oslo (26/27 ottobre 2006), che invitano a sostenere l’utilizzo di “minicompany gestite da studenti” nei programmi didattici degli Istituti d’istruzione di secondo ciclo.

Nell’ambito delle finalità ministeriali per i licei, il progetto si propone di combinare le competenze proprie dell’indirizzo, adottate e specificate nel PTOF, con quelle prioritarie emerse dal mondo del lavoro nel territorio, coerenti con gli studi teorici della scuola, allo scopo di definire il profilo globale di competenze in uscita e facilitare l’orientamento.

UA-129005089-1