LEONLAB – LA FUCINA DEL TEATRO (2022 2023)

Anno scolastico 2022/2023

L'attività del Laboratorio teatrale educa al rispetto dell'altro, all'assunzione di responsabilità, alla solidarietà attraverso il lavoro cooperativo.

Progetto Realizzato

Presentazione

Data

1 Settembre 2022

Descrizione del progetto


04 LEONLAB

LEONLAB – LA FUCINA DEL TEATRO

Attuazione PtOF 2022 2023 Rif. PA ID Pof 20220401

Fase attuale del progetto Fase 1 – Progetto da presentare

Descrizione

Il laboratorio teatrale LeonLab del Liceo Scientifico "Leonardo da Vinci" esiste ormai da venti anni e rappresenta un’attività amata e partecipata da tutta la comunità scolastica. In questi anni ha mostrato la sua versatilità mettendo in scena le opere più svariate, tratte dalle letterature di tutte le epoche e di tutto il mondo. Se sarà possibile, come negli anni precedenti, ci varremo del contributo del Liceo Artistico “L.B.Alberti” per la realizzazione delle scenografie. Anche quest’anno abbineremo all’allestimento dello spettacolo la gara: "GIORNALISTA PER UN GIORNO”, un percorso che intende offrire un’occasione di riflessione critica attraverso la stesura di una recensione. Ai vincitori il Liceo riserva un piccolo premio.
Il Laboratorio prevede le varie fasi dell’allestimento di una rappresentazione scenica al Teatro di Rifredi.

Responsabile

Chiara MASINI Livia MORESCALCHI

Email del progetto: masinichiara@liceodavincifi.edu.it

ANALISI DEI BISOGNI

Il laboratorio teatrale LeonLab del Liceo Scientifico "Leonardo da Vinci" di Firenze esiste ormai da oltre venti anni e ha dato ottima prova di sé raggiungendo spesso un livello degno del teatro di professione. In questi anni di attività ha mostrato la sua versatilità mettendo in scena opere molto diverse: da Shakespeare, con "Molto rumore per nulla" , "Sogno di una notte di mezza estate", "Amleto", alle novelle del "Decameron"; dall’adattamento del "Cyrano" di Rostand, al "Candide" di Voltaire, a "L’uomo di Pietroburgo" di Gogol, fino a "L’asino d’oro" di Apuleio. Nel 2009 è stata la volta della commedia antica, con gli "Uccelli" di Aristofane, mentre nel 2010 abbiamo proposto "Il ritratto di Dorian Gray "di Oscar Wilde. Il Liceo “Leonardo Da Vinci” di Firenze è stato inserito nel percorso sulla legalità della Regione Toscana, poiché ha inteso approfondire i temi costituzionali sulla qualità sociale e ambientale del lavoro osservandoli "dall’interno", nelle dinamiche che percorrono l’attività del laboratorio. Nell’ anno scolastico 2015-16 un ritorno agli “ antichi amori”, con "L’isola", adattamento di Stefano Massini da "La Tempesta" di Shakespeare, che ha potuto fruire del finanziamento della Fondazione Marchi, vincendo la gara per i progetti scolastici. Successivamente, gli studenti si sono immersi nelle insondabili profondità del cuore umano con "Adele H.," di Stefano Massini, mentre nel 2018 è stata la volta di Molière, che ha invitato gli studenti (attori e spettatori) a riflettere sulla propria coscienza civica, sul rapporto con le istituzioni, sul ruolo di vigilanza di ciascun cittadino nei confronti di ogni forma di prevaricazione. Nello stesso anno il Leonlab ha vinto il bando per la celebrazione dell’anniversario della strage dei Georgofili ed ha presentato, nel Palazzo della Regione, la lettura espressiva "Sguardi di guerra in tempo di pace". Nella primavera del 2021 la lettura ha avuto luogo in Piazza della Signoria sotto la Loggia dei Lanzi e ne è stata realizzata una ripresa video. Il 3 maggio 2019, in occasione del cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci, è stata presentata, nei locali del Liceo, la pièce teatrale "Nei misteri di Leonardo", per la quale è stato utilizzato anche un finanziamento vinto dalla Regione Toscana. Il LeonLab è ora inserito nel Progetto di PCTO (ex Alternanza Scuola-Lavoro) come “Impresa simulata” ed è articolato in: Laboratorio teatrale LeonLab (attori/attrici), Costumi, "Giornalista per un giorno". Questo grazie a un solido team che collabora con entusiasmo e dedizione. Livia Morescalchi e Chiara Masini (col sostegno esterno della collega Lucia Manfredi) si occupano del laboratorio, collaborando per l’organizzazione, i rapporti con gli Enti esterni, l’assistenza alla regia, i costumi e l’allestimento scenografico. Il regista e drammaturgo Stefano Massini ha guidato fino al 2014 l’adattamento drammaturgico e la regia dei vari spettacoli; il suo lavoro è stato ereditato dai suoi discepoli, Duccio Baroni e Gabriele Giaffreda, con risultati eccellenti. Il lavoro laboratoriale segue tappe di apprendimento calate sulle necessità degli allievi con esperienze di improvvisazione e di studio del personaggio. La sceneggiatura viene pensata per garantire a ciascun partecipante il suo ruolo e la sua parte di battute e presenza scenica. In occasione dell’allestimento si costituiscono anche gruppi di ricerca – azione e la divisione dei compiti viene effettuata secondo le attitudini, dal lavoro sui costumi al montaggio scenografico. Anche quest’anno per le scenografie speriamo di poter contare sulla collaborazione del Liceo artistico "Leon Battista Alberti-Dante".

DESTINATARI

Studenti di tutte le classi. Utenza Esterna.

DURATA

dal: 2022-10-19 al: 2023-05-31

STRUTTURA DEL PROGETTO

FASE I. Inizio degli incontri nel mese di Ottobre.

FASE II. Lezioni finalizzate alla prima lettura del testo e ad alcuni esercizi di dizione.

FASE III. Da Gennaio incontri settimanali nei giorni di Venerdi più un altro giorno da definire.

FASE IV. Allestimento dello spettacolo. Prove di lettura sull’adattamento teatrale del testo originale; distribuzione dei ruoli, montaggio; Staff Costumi e Staff Scenografie: realizzazione dei costumi e delle scenografie con inserimento di elementi multimediali, effetti luce e colonna sonora.

FASE V. Debutto e repliche al Teatro di Rifredi, nelle date di mercoledì 3 e giovedì 4 maggio 2023.

FASE VI. Fine maggio, giugno – Laboratorio giornalistico: PRODUZIONE DEI TESTI, VALUTAZIONE E PREMIAZIONE. I Gli elaborati verranno indirizzati alla Giuria di “Giornalista per un giorno” che li valuterà secondo i seguenti criteri: 1) correttezza linguistica – 2) conformità stilistica al genere prescelto – 3) competenza di pensiero critico nell’ utilizzo delle conoscenze; 4) originalità e personalità del contributo. Gli attestati dei premi (1°, 2° e 3° classificato) verranno consegnati a fine anno . Risultati attesi: 1. Realizzazione di un gruppo di lavoro in cui ogni soggetto venga valorizzato per le proprie attitudini e capacità. 2. Potenziamento delle capacità di autovalutazione grazie a un percorso di conoscenza di se stessi e quindi di orientamento. 3. Potenziamento delle capacità relazionali, in particolare di ascolto, apertura, accoglienza.

Obiettivi

Il linguaggio teatrale costituisce sia un eccellente strumento per l’inclusione e la prevenzione del disagio scolastico, sia un veicolo per la trasmissione di idee e valori. Il progetto del Laboratorio teatrale acquista piena autorità formativa per i valori di orientamento e crescita della persona, recupero del disagio, inclusione, apprendimento di conoscenze e competenze specifiche della cultura letteraria e linguistica.

Responsabile

Risultati

Punti salienti:
Monitoraggio e Valutazione:
Punti di Forza:
Criticità:

Servizi associati al progetto

Schede progetto correlate